PRENOTA ORA

MIGLIOR TARIFFA GARANTITA

Arrivo
Notti
Camere Persone  

Eventi a Roma

Balthus
Balthus in mostra alle Scuderie del Quirinale dal 15 ottobre 2015 al 24 gennaio 2016.    A cura di Cecile Debray,...
Fiera di Roma
La Nuova Fiera di Roma, polo fieristico principale di Roma ed Italia, presenta ogni mese tanti Eventi da non perdere! Il...
Raffaello, Parmigianino, Barocci. Mostra Roma
Raffaello, Parmigianino...
La mostra prende avvio ai Musei Capitolini di Roma da un confronto a distanza con Raffaello instaurato da due artisti...
Impressionisti e moderni mostra Roma
Impressionisti e moderni
In mostra a Roma al Palazzo delle Esposizioni dal 16 ottobre 2015 al 14 febbraio 2016.    In mostra El Greco, Ingres,...

Pacchetti e Promozioni

Ostia Antica

Ostia AnticaScavi di Ostia Antica
La tradizione attribuisce la fondazione di una prima colonia di Ostia [Ostium = Foce] posta sull'antica linea di costa allo sbocco del Tevere ad Anco Marzio, anche se il rinvenimento di terrecotte architettoniche dei secoli VI°-V° a.C fa supporre che nel sito della futura città esistesse a quel tempo solo un luogo di culto.

La colonia, come archeologicamente conosciuta, fu fondata alla fine del secolo V° o agli inizi del IV° a.C come cittadella fortificata rettangolare. [Castrum] In un primo tempo base della flotta sotto il controllo di un questore romano, dal secolo II° a.C, in seguito all'acquisita importanza per i commerci e l'approvvigionamento alimentare di Roma, cominciò a espandersi: la cinta di mura da cui sembra l'abbia dotata Silla dopo la presa da parte di Mario, comprendeva un'area di 69 ettari, e dal I° a.C le epigrafi attestano un ordinamento coloniale autonomo.

Con Augusto e i suoi successori la città fu dotata di un teatro, di un foro e di un acquedotto, ma fu la costruzione del porto di Claudio, e soprattutto quello di Traiano, che ne accrebbe ulteriormente l'importanza; infatti, mentre le principali strutture di immagazzinamento si concentravano a Portus, Ostia vide potenziata la propria funzione di centro amministrativo e direzionale dei commerci.

Tutto ciò comportò una generale ristrutturazione urbanistica, attuata soprattutto sotto Adriano, che ricostruì i quartieri compresi tra il decumanus maximus e il porto fluviale [si raggiunsero forse allora i 50.000 abitanti].

Ostia AnticaOstia Antica nei secoli
Fino all'età dei Severi la città godette del favore imperiale, ma dopo la metà del secolo III° cominciò a declinare a vantaggio di Portus cui Costantino concesse autonomia amministrativa, [Ostia si era schierata con Massenzio] sopravvivendo come centro residenziale di alti personaggi. Agli inizi del secolo V° il braccio ostiense del Tevere non era più navigabile e larghe zone della città erano già abbandonate; gli ultimi restauri si ebbero nell'età di Teodorico, poi gli abitanti si concentrarono nell'area dell'attuale borgo, dove Gregorio IV° fondò Gregoriopoli.

Il progressivo allontanamento della costa per l'insabbiamento del fiume e da ultimo la piena del 1557, che tagliò fuori l'ansa del Tevere, causarono la decadenza definitiva.

I primi scavi regolari di Ostia furono intrapresi sotto Pio VII°, per impulso di Carlo Fea [1802-1804], e sotto Pio IX°, a opera di Pietro Ercole e Carlo Ludovico Visconti. [1855-70]

Dopo l'unità d'Italia ricerche sistematiche vennero riprese da Dante Vaglieri nel 1907 che mise in luce i quartieri a nord del decumanus da Porta Romana alla caserma dei vigiles, e proseguite soprattutto da Guido Calza che in vista dell'Esposizione Universale del 1942 scavò in quattro anni un'area che portò la zona visitabile a 34 ettari a fronte dei probabili cinquanta edificati nell'antico. Nel dopoguerra si è proceduto in particolare a restauri e a sistemazioni, oltre che a limitati interventi di scavo.

 

 

Orari di apertura del sito archeologico

Periodi Entrata Uscita
dall'ultima domenica di ottobre
al 15 febbraio
8:30/15:30 16:30
dal 16 febbraio al 15 marzo 8:30/16:00 17:00
dal 16 marzo all'ultimo sabato di marzo 8:30/16:30 17:30
dall'ultima domenica di marzo al 31 agosto 8:30/18:15 19:15
dal 1 al 30 settembre 8:30/18:00 19:00
dal 1 ottobre all'ultima domenica di ottobre 8:30/17:30 18:30

CHIUSO: LUNEDÌ, 25 DICEMBRE, 1 GENNAIO, 1 MAGGIO.

LA PRIMA DOMENICA DI OGNI MESE: INGRESSO GRATUITO PER TUTTI!

Case decorate

Le Case Decorate sono visitabili la domenica mattina alle ore 10.30 e solo su prenotazione anticipata allo 06.56.35.80.44.
Le case visitabili sono: Insula delle Ierodule, Insula delle Muse, Insula delle Volte Dipinte ed Insula delle Pareti Gialle. È inoltre possibile richiedere la visita presso l'Insula di Diana e l'Insula di Giove e Ganimede.

Il museo interno

il Museo apre alle ore 9.30 e chiude alla stessa ora della biglietteria. (Non è consentito l'ingresso agli animali).
È consentito scattare fotografie solo SENZA flash.

Prezzi di ingresso

IL BIGLIETTO È VALIDO PER UNA SOLA ENTRATA. UNA VOLTA USCITI, NON È PIÙ POSSIBILE RIENTRARE.

Biglietto intero € 10,00

Biglietto ridotto € 6,00
persone tra i 18 ed i 25 anni e docenti (tutti facenti parte della Comunità Europea e con un documento che certifichi o l'età o la professione).

Qualora vi siano mostre all'interno del sito archeologico, il prezzo del biglietto verrà aumentato di € 3,00.

Biglietto Gratuito
minori di 18 anni (di ogni provenienza); giornalisti; gruppi scolastici; portatori di handicap; studenti e docenti di archeologia, storia dell'arte, architettura, conservazione e restauro beni culturali, archivisti bibliotecari, accademia delle belle arti, scienze della formazione, guide turistiche, interpreti turistici (tutti facenti parte della Comunità Europea) + membri ICOM + ICCROM.

BIGLIETTERIA ONLINE: Clicca qui

www.ostiaantica.beniculturali.it