PRENOTA ORA

MIGLIOR TARIFFA GARANTITA

Arrivo
Notti
Camere Persone  

Eventi a Roma

Fiera di Roma
La Nuova Fiera di Roma, polo fieristico principale di Roma ed Italia, presenta ogni mese tanti Eventi da non perdere! Il...
Raffaello, Parmigianino, Barocci. Mostra Roma
Raffaello, Parmigianino...
La mostra prende avvio ai Musei Capitolini di Roma da un confronto a distanza con Raffaello instaurato da due artisti...
Balthus
Balthus in mostra alle Scuderie del Quirinale dal 15 ottobre 2015 al 24 gennaio 2016.    A cura di Cecile Debray,...
Impressionisti e moderni mostra Roma
Impressionisti e moderni
In mostra a Roma al Palazzo delle Esposizioni dal 16 ottobre 2015 al 14 febbraio 2016.    In mostra El Greco, Ingres,...

Pacchetti e Promozioni

Isola Sacra

L'Isola Sacra, situata tra il Porto a nord e gli scavi di Ostia Antica a sud, è il territorio che Traiano trasformò in isola artificiale con la realizzazione di un canale di collegamento tra il Tevere ed il mare (Fossa Traiana). Nel I secolo d.C. una via collegava i due centri di Ostia e di Porto, attraversando l'isola sacra e costituendone l'asse viario principale. Lungo la strada si sviluppò una unica, grande necropoli, taciuta dalle fonti e scoperta tra gli anni '20 e '40 in occasione della bonifica del territorio.

L'Isola Sacra e la necropoli
Il sepolcreto dell'Isola Sacra si è conservato perfettamente, grazie all'insabbiamento cui è stata soggetto, determinato dall'attività del fiume in prossimità della foce. È, pertanto, uno degli esempi più significativi di città dei morti, edificata con monumenti emergenti da terra ad immagine della città dei vivi.

Le tombe sono allineate in filari paralleli alla strada basolata, con la facciata volta verso questa. Nei filari più prossimi alla strada sono alloggiate tombe di III sec., costruite però sopra strutture preesistenti di I sec.; alle spalle di queste sono le tombe di II sec..

Gli edifici formano dei veri e propri isolati, separati da aree libere e da sentieri percorribili. Il tipo monumentale prevalente è quello della tomba familiare a camera quadrata (che accoglie diverse sepolture, solitamente incinerazioni ed inumazioni insieme).

L'edificio può essere dotato di un recinto antistante la cella; di frequente si conservano letti in muratura (biclinia) per i banchetti funebri, disposti ai lati dell'ingresso, mentre all'interno sono pozzi e forni, atti ad apprestare tali banchetti.

Sulle facciate, in cui laterizi di diverso colore creano semplici geometrie, campeggiano iscrizioni e rilievi fittili che ricordano il mestiere del defunto, tramandandoci l'immagine di un ceto medio di artigiani, bottegai, commercianti, professionisti, impegnati nelle attività portuensi e ai quali le tombe erano destinate. Il fascino silenzioso della città dei morti è accresciuto dalla presenza di elementi decorativi quali mosaici, pitture e stucchi, spesso ottimamente conservati.

 

 

Info Necropoli

 
Orario: 
Aperto su prenotazione telefonica (06 6583888) e conferma via fax, con le seguenti modalità mattina: giovedì e sabato e prima domenica del mese pomeriggio: terza domenica del mese Il sito è chiuso il 25 dicembre, il 1° gennaio e il 1° maggio .
 
Biglietti: 
Ingresso gratuito. 
 
Prenotazioni: 
Per informazioni e prenotazioni: tel. 06 6583888
Il personale di vigilanza offre servizio di orientamento e di accoglienza al pubblico

archeoroma.beniculturali.it/siti-archeologici/ostia/necropoli-porto